Psicologia

 

ph-chiara-grossi-13

PSICOLOGIA

Dr.ssa Eleonora Soffiato

Eleonora Soffiato, psicologa e terapeuta ad indirizzo sistemico- familiare.

Il mio percorso formativo

Laureata alla Facoltà di Psicologia dell’università degli Studi di Padova.

La scuola di specializzazione presso l’Istituto Veneto di Terapia Familiare della durata di 5 anni, è la parte formativa che mi ha dato la possibilità di ampliare le mie competenze e imparare molto sulla psiche di individui, meccanismi di coppia e dinamiche familiari.

Durante il periodo universitario e di specializzazione ho frequentato il Corso di perfezionamento in orientamento scolastico e professionale organizzato dall’Università degli Studi di Verona. Inoltre, all’interno degli anni di specializzazione, ho partecipato ad un approfondimento in ambito peritale.

La mia esperienza 

Ho iniziato il mio lavoro come orientatrice: dapprima con il progetto “Risposte” finanziato dalla Regione Veneto, successivamente come consulente e collaboratrice della Provincia di Padova, ho erogato un servizio formativo e informativo per gli studenti delle classi terze delle scuole secondarie di primo grado coprendo un vasto territorio.

Diversi progetti di iniziativa privata in collaborazione con colleghi e studi psicologici hanno arricchito la mia attività di libera professionista, con particolare attenzione a tematiche riguardanti la genitorialità, il benessere psicologico e lo sviluppo di bambini e adolescenti.

L’attività clinica è più recente: accolgo individui, coppi e famiglie presso due studi associati del territorio di Padova.

Le mie caratteristiche

Credo nella relazione e nell’esperienza. Questi due aspetti caratterizzano il mio modo di fare formazione e di gestire i percorsi di sostegno psicologico.

Durante gli incontri formativi con studenti, genitori, docenti o educatori integro sempre la parte teorica con quella pratica ed esperienziale per rendere partecipi i fruitori della formazione.

Nelle sedute di terapia, invece, l’accoglienza, il rispetto e la comprensione sono la base della relazione che si instaura per intraprendere un percorso sincero e intenso con chi chiede sostegno. Credo che chi decide di affidarsi ad un professionista per lavorare su di sé compia un atto molto coraggioso, non da tutti. Per questo merita delicatezza e rispetto, qualsiasi tematica, dolore, esperienza porti con sé. Quindi non vi è spazio per il giudizio, per le etichette o i preconcetti. Chi sceglie di intraprendere un percorso terapeutico è disposto a fare fatica, a imbattersi in numerosi demoni e fantasmi interiori al fine di migliorare sé stesso e di conseguenza i rapporti con chi gli/le sta intorno. Qualsiasi sia la motivazione, una decisione importante è già stata fatta, quindi questo merita tutto il rispetto e la comprensione possibili.

 

 

 

quando-serve-lo-psicologo%2fpsicoterapeuta__rev